Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

lunedì 11 agosto 2008

PREFERISCO PIUTTOSTO MANGIARE CANE CHE GATTO

Il contadino Bruno D. con il suo cane:
«Luki è troppo vecchio per essere mangiato»
Il contadino Bruno D.* (62) ama tantissimo mangiare carne di cane – a cena o come spuntino pomerdiano. I gatti gli piacciono meno: «Hanno troppo poca carne , son quasi tutt'ossa»


Amici degli animali sia del nostro Paese sia dell'estero sono sconvolti: «Gli svizzeri mangiano gatti!», ha riferito il giornale SonntagsBlick. Alla redazione sono arrivate moltissime lettere; nei forum su Internet il tema viene discusso in modo molto animato.
Il contadino Bruno D. della valle del Reno del Canton San Gallo non riesce a capire tutta questa agitazione. Per lui un arrosto di gatto o cane sono normali così come lo è una cotoletta di vitello o di maiale. «So bene che mangia carne di cane», dice Edith Zellweger, protettrice di animali.Il giornale SonntagsBlick lo incontra nella sua stalla mentre stà mungendo : «Almeno una votla l'anno mangia carne di cane affummicata», racconta, «nel passato in modo ancora molto più frequente» Spesso sono cani giovani che ha in più qui alla masseria, che non uccide subito, ma li nutre e quando hanno massimo un anno- allora sono il massimo per mangiarli, dice D.
Il suo cane, che lo segue paso per passo, quindi non è in pericolo: «Luki non lo mangerei di certo, è troppo vecchio e troppo duro»
Gulasch di cane o carne secca
D. conosce diversi modi di preparazione: Come Gulasch i cani hanno un sapore straordinario, ma anche affummicati; allora sembra la carne tipica svizzera che si chiama Bündnerfleisch. Un collega di D, una votla che avevano mangiato insieme, voleva sapere di che carne si trattava.
"Ho allungato un pezzetto al mio cane. Ha annusato brevemente ed è scappato via come un fulmine!" racconta D."una delizia di cane" considera D. queste pietanze particolari e poi hanno anche un altro uso bello: "Ogni cane poi diventa tappeto" .
Ha anche mangiato gatti, ma c'è troppa poca carne: «Preferisco mangiare cani piuttosto che gatti », dice il vecchio contadino.Anche un macellaio di un paesino vicino è al corrente che nella sua regione si mangia anora carne di cane e gatto. "Più volte è venuta da me della gente pregandomi di macellare il loro gatto. Io mi sono rifiutato, una cosa del genere io non la faccio", ha detto.
Leuthard deve agire
La Svizzera, insieme alla Cina ed alla corea del Sud, è uno dei pochi paesi dove il consumo di animali domestici è legale.
Hansjörg Walter (57), Consigliere nazionale della SVP- e presidente dell'associazione degli agricoltori afferma: «E' chiaro che in alcune regioni si fà ancora, spesso si tratta di persone anziano. Io personalmente, per ragioni di coscienza, non riesco a mangiare nemmeno la carne di cavallo» .Nonostante ciò il parlamentare però non ritiene ci voglia un divieto. "Importante è che nel macellare cani e gatti vengano rispesttate le leggi sulla protezione animale" afferma. Anche politici di altri partiti sono del suo stesso parere.
La consigliera nazionale Kathy Riklin (CVP/ZH, 55) ritiene che un controllo non porti a molto : «Chi riesce a conciliare con la propria coscienza il mangiarsi il proprio animale domestico. Lo faccia pure. Non possiamo mica vietare tutto!»Tomi Tomek (55), presidente dell'organizzazione della svizzera dell'Ovest SOS, resta attonita quando sente queste affermazioni da parte dei poltici. Come ha rieferito «Le Matin» venerdì scorso, ha scitto una lettera alla Consigliera nazionale Doris Leuthard (45, CVP) : «Signora Leuthard, contiamo su di Lei e speriamo che verrà vietato in Svizzera il consumo di carne di gatto come un tutti i paesi civili !»
di Lorenz Honegger 03:29 10.08.2008

Edith Zellweger lotta da 24 anni per il benessere animale. L'amante degli animali Edith Zellwege (54) di Salez SG salva da anni cani e gatti dalle pentole.


Signroa Zellweger, perché ancora oggi gli svizzeri mangiano cani e gatti?

Edith Zellwege: è una tradizione come lo Jodel (canto tipico) e la transumanza - e nello stesso tempo una vergogna. In Svizzera tutti gli anni vengono mangiati migliaia di cani e gatti.

Come mai a tutt'oggi non è stato vietato?

E' un problema politico. Cosa ci si può aspettare dai politici nazionali se loro stessi mangiano cani? Assolutamente niente!In Svizzera viene tutto messo a tacere.

Lei cosa fà contro?

Io cerco di ricomprarmi questi animali. Molti contadini lo sanno e mi chiamano quando vogliono macellare un cane. Vogliono soldi - chiedono sino a 1000 Franchi Svizzeri.In casi estremi libero gli animali in modo illegale, le leggi non possono evitarmelo.

Ma è peggio mangare un gatto piuttosto che un vitello o un cavallo?

Io da vegana molto rigida non faccio differenza tra gatto e vitello, non possiamo mangiare animali, non ne abbiamo il diritto. Mio padre era macellario ed anche mio fratello. Sono come tutti i macellai assassini di animali.

Intervista di Lorenz Honegger

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando ero piccola vivevo in Svizzera ed ho un ricordo allucinante che ho sempre davanti agli occhi: la mia madrina aveva una micia stupenda tigrata, cicciottella con cui giocavo, insieme al cane Wolf.
Un bel giorno la micia sparisce nel nulla...
Dopo un paio di settimane, alla ricerca della micia, entro nella casa di un vicino, anziano: orrore, vedo sull'armadio del salotto, tra i tanti trofei di caccia, la testa della nsotra micia!!!!
Potete immaginare come mi sono sentita...

Anonimo ha detto...

Non ho parole! e noi continuiamo ad esportare i nostri randagi in questi Paesi del Nord Europa.....

Anonimo ha detto...

Come è stridente tutto questo con l'immagine comune collettiva della Svizzera come paese civile, lindo e ordinato, e sopratutto tanto amante degli animali.....
Ma dove vanno a finire i nostri randagi?
Chiedetevelo voi che credete ancora alle favole, e con orgoglio vi definite "volontarie"....

Anonimo ha detto...

E poi puntiamo il dito sui cinesi organizzando un infinità di petizioni (inutili)mentre dovremmo guardare a casa nostra, nel cuore della "civile Europa"
Un "civile nord Europa" che si permette di sentirsi superiore come cultura di rispetto di animali rispetto al sud dell'Europa, che si permette di dire che "salva" i cani del mondo....ma per favore.....

ringhio ha detto...

Non mi scandalizza il contadino Bruno D. Può farmi inorridire, ma non scandalizzare: il fatto che quelle valli e montagne, che conservano oscure e antichissime tradizioni di sopravvivenza diventate tranquilli costumi alimentari, siano entro i confini di un Paese europeo è irrilevante.
La civiltà cammina più in basso.
Chi mi scandalizza, invece, sono i parlamentari e i rappresentanti delle istituzioni di un Paese che cerca solo di occuparsi di affari (suoi). Il contadino Bruno D. ne rappresenta, candidamente, l'altra faccia.
Non per nulla la Svizzera si guarda bene dall'entrare in Europa.

Anonimo ha detto...

Chissà se non mangiano carne di cane e gatti tutti i carnivori d'Europa, senza saperlo???

Anonimo ha detto...

Notate:
Nel macellare can e gatti basta che almeno si rispettino le leggi sulla "protezione animale"!!

Mi vengono i brividi

Anonimo ha detto...

da parte il fattoche perme tutti gli animali sono uguali e nessuno dovrebbe essere mangiato dobbiamo ringraziare la gente che si spaccia per animalisti e che esporta in continuazione sapendo benissimo che orrenda fine fa la MAGGIOR PARTE di loro.ha ragione anonimo che dice che siamo scandalizzati dei cinesi e il marcio e anche qui. e ha ragione ringhio quando dice che i svizzeri sono un popolo chiusi ,xenofobi ', e per loro anche gli italiani sono intrusi, figuriamoci allora gli animALI la mia unica cosolazione e che prima o poi succede qualcosa perche la natura si vendica