Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

venerdì 29 agosto 2008

Morti 49 piccoli sottoposti a sperimentazione

Scandalo farmaceutico in India.Tragedia in una famosa clinica: nella sperimentazione medica hanno perso la vita 49 bambini.La ricerca era stata ordinata da industrie farmaceutiche occidentali.

Di O. Meiler e H. Charisius

La All India Institute of Medical Sciences a Delhi (AIIMS), l'ospedaleuniversitario più rinomato in India, non è abituato ad essere sbattuto inprima pagina. Piuttosto la prestigiosa clinica viene lodata in tutte le occasioni comeistituzione sociale modello. Nell'AIIMS statale vengono anche curate persone che non si possono permettere cure mediche per l'estrema povertà.

Mancanza di sufficienti informazioni ai genitori

Ora però un'organizzazione non statale afferma che nel reparto di pediatria dell'istituto sono state fatte sperimentazioni per nuovi medicinali di industrie farmaceutiche occidentali, su bambini di famiglie povere e senza istruzione. Pare che i genitori non siano stati affatto o non sufficientemente informati sul protocollo di sperimentazione.Durante gli scorsi 30 mesi sono morti 49 bambini piccoli che erano stati coinvolti in questi programmi sperimentali. 49 su un totale di 4142bambini - cioé l'1,2 %. La maggior parte di questi bambini sottoposti a sperimentazione aveva meno di un anno. La NGO afferma che bambini malati di famiglie istruite avevano meno possibilità di essere accettati pressol'AIIMS.

Richiesta di controllo

La clinica ha reagito subito confermando i numeri agli inizi della settimana. Dopo la verifica dei dossier dei pazienti è stato comunque evidenziato che tutti questi bambini erano molto malati o in pericolo di vita. Inoltre la direzione della clinica ha rigettato l'accusa che i genitori non erano informati riguardo ai test clinici. Agli analfabeti affermano di aver letto il documento prima di farlo sottoscrivere. Al Governo indiano queste spiegazioni non sono bastate. Il Minsitero dellaSalute ha dato ordine di indagare ad una commissione d'inchiesta. Un addetto stampa del partito del Congresso ha detto chiaramente: "La pratica diabusare per dei testare medicinali su bambini piccoli deve finire subito",ha detto Manish Tiwari.

Tests sulle persone fatti da Multinazionali occidentali

L'India è molto apprezzata dalle industrie farmaceutiche occidentali per i test clinici - nell'ultima fase che è la più costosa, cioé quella che precedel'accettazione per l'immissione sul mercato di un medicinale. In India ilcosto di questi test pare sia inferiore sino al 60 percento che in Europa.
Attualmente in India, secondo fonti del Governo di Delhi, sono in corso 139 sperimentazioni, tanti quanti in nessun altro posto del mondo.
l'India è diventato un mercato interessante per i pruttori occidentali di medicinali. Anche per questo motivo tutte le grandi case farmaceutiche hanno aperto delle filiali a Bangalore, Bombay o Nuova Delhi.

http://www.sueddeutsche.de/panorama/106/307061/text/

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma tutto quell'orrore su milioni di animali allora a che cosa servirebbe???
Poi chiedono anche soldi per finanziare la vivisezione per "salvare i nostri figli".....La verità è che la vivisezione oltre a uccidere in modo atroce animali uccide anche bambini....bastardi!!!

Anonimo ha detto...

E' tutto "normale". Prima si effettua la sperimentazione su animali, poi su umani che possono essere "volontari sani a pagamento", galeotti, bimbi e vecchi di ospizi, paesi del Terzo e Quarto Mondo, poi si approda alle corsie di ospedali ....

Anonimo ha detto...

L'essere umano è talment e diabolico... che mi fà sempre più paura

Anonimo ha detto...

Si è normale verificare l'efficacia di un farmaco o la sua tossicità sull'essere umano, e non sull'animale.
Però non è assolutamente normale che si aprofittano dei paesi poveri e analfabeti con l'inganno, questo è mostruoso!
E se non hanno scrupolo di bambini indefesi, figuriamoci che gente è.....

Anonimo ha detto...

La tossicità di qualsisi prodotto può essere accertata utilizzando la tossicogenomica che costa meno, è rapida e sicura e non impiega nè animali nè umani.

Titti ha detto...

Storie orribili come queste dimostrano che la famosa domanda "Preferisci che la ricerca sia fatta sul topo o su tuo figlio?", generalmente usata dai vivisettori per convincere l'opinione pubblica della necessità della vivisezione, in realtà è falsa.
I test vengono fatti sul topo, sul cane, sul gatto, sul bambino povero, sullo studente/immigrato necessitante di denaro e poi su chiunque utilizzi quel prodotto.
La necessità della vivisezione è la più grande bugia della ricerca.

Giulia ha detto...

Hai ragione, anonimo del 1° settembre: i metodi veramente scientifici esistono e, a differenza della vivisezione, sono anche validi!!!!!
Anche se purtroppo chi dovrebbe validarli procede a rilento... eppoi, chissà perché se il test non usa animali deve essere validato, mentre la vivisezione non lo è mai stata?!?
Eppure, la usano e producono crudeltà, morti, sofferenze e danni... è necessario altro per abbandonarla definitivamente ed abolirla???