Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

lunedì 7 luglio 2008

Sofferenza sino al tavolo del laboratorio, animali nella ricerca

E‘ un film che dimostra come qualsiasi animale, anche cane o gatto di proprietà, rischia di sparire e finire nel tunnel dei traffici.
La richiesta di animali per la vivisezione aumenta di continuo in maniera esponenziale, cani e gatti e altri animali sembrano non bastare mai, si tratta di migliaia e migliaia di animali.
I trafficanti si riforniscono ovunque, con furti, finte adozioni, e così i canili si svuotano……
Ora questo lucroso traffico si è raffinato nei modi e nei raggiri, avvalendosi anche di persone che dovrebbero tutelare gli animali dato che si presentano con l'etichetta di associazioni animaliste.
Inoltre si avvalgono anche di un eserito di persone ingenue (o in mala fede) che si prodigano a tirare fuori i cani dai canili per farli adottare, con conseguenti spostamenti di cani da sud al nord, da nord a sud, da est a ovest e ovunque.
Un valido esempio è il libro francese Trafiquants de chiens che spiega proprio bene tutti i raggiri usati con i randagi dei rifugi e cani padronali.


Contenuto del film:


Titolo
"Sofferenza sino al tavolo del laboratorio, animali nella ricerca".

Commercio illegale attraverso commercianti di animali ed acquisti da parte di università, industria farmaceutica e chimica in Germania e Svizzera.
Il giornalista indaga da infiltrato, spacciandosi per commerciante di animali riuscendo così a
prendere molti contatti.

Contenuto:
Introduzione: vengono mostrati Beagle allevati per la vivisezione.

In Svizzera morivano in quegli anni (ndr. oggi sono sicurametne molti di più)oltre 300 animali al giorno , oltre 1 milioni all’anno. L’anno precedente a questo report, hanno perso la vita 2.000 cani.

Il film cerca risposte alla domanda: per la vivisezione vengono veramente utilizzati solo animali allevati a tale scopo o vengono usati animali provenienti da canali oscuri?

Visita presso un rivenditore di animali. Un allevatore. Cani che non valgono nulla li rivende ai laboratori di vivisezione.
Afferma: non gli importa nulla cosa accade agli animali.


2. Una coraggiosa amante degli animali di Stoccarda ha salvato dalla vivisezione oltre 100 cani. Ha speso sino ad allora 370.000 marchi tedeschi per le ricerche. Ha fatto un mutuo dando in garanzia la sua casa. Lotta contro il traffico di animali da laboratorio.

3. Viene mostrato un gatto catturato. In un paese della Franconia. Il commerciante di animali Franz Weber ha venduto nel giro di 3 anni e mezzo oltre 4000 gatti a stabulari in Svizzera.
Due accalappiagatti (rifornitori) raccontano......
Hanno rubato gatti e comprato tutti quelli che erano reperibili.....
Tutti gli animali sono poi stati consegnati a stabulari in Svizzera.

4.. Commerciante di animali da laboratori Henning
Si procurava cani da annunci sui giornali.
"Compro cani di tutte le razze"
Un rivenditori racconta (uomo con la barba)
Riforniva il commerciante di animali da laboratorio Henning.
Gli animali li ha rubati.
Prendeva cani dalle famiglie , si mostrava come amante di animali che voleva adottare un cane per sé..

5. Il giornalista va a fare visita al commerciante di piccoli animali nel cantone di Appenzell ( CH)....
Si presenta come persona che vuol cominciare a commerciare animali.
Il commerciante racconta che rifornisce laboratori svizzeri.

6. 2000 cani sono stati consegnati all’università di Losanna..
Con documenti e firme false.
Cani presi tramite annunci sui giornali e acquistati..Attraverso il rivenditore Grossklauser.

7..Una masseria nel cantone di Berna. Riforniva laboratori in Svizzera..
Anche l’industria chimica di Basilea. Forniva anche cavalli a ditte produttrici di sieri.
Scena: Cani con cuccioli al buio più totale, in buchi sporchissimi.

Una macchina: Targa VB- JH 90
3 cani vengono ficcati in un sacco di juta, afinché i lamenti non si sentano troppo. Vengono trasportati nel cofano della macchina..

8. Allevatore di cani razza dell’Appenzello.
Cani nella sporcizia più totale ed in stalle buie...
Ha rifornito per molti anni :
Università di Zurigo
Basler Chemie
Hoffmann La Roche
Domanda all’allevatore : I rappresentati della ditta Basler Chemie o la Hoffmann LaRoche hanni mai visto questo allevamento e come sono tenuti i cani?
La risposta è stata: sì., i rappresentanti sono stati nella stalla.
Vecchia stalla per mucche o maiali .... buia e sporca.
All’allevatore viene chiesto: perché i rappresentanti dell’industria della vivisezione acquista animali da Lei?
Risposta: cercano animali a prezzo basso.
Un cane allevato appositamente per la vivisezione costa minimo 3000 Franchi Svizzeri, da lui un cane costa dai 300 ai 350 Franchi Svizzeri.


9.Turingia (Germania)
Commerciante di cani Meyer
Cani al buio più totale.
Università di Zurigo, Basler Chemie, Ciba Geigy hanno acquistato cani da Meyer per moltissimi anni.
Meyer ha detto: rappresentati della Basler Chemie venivano personalmente a prendere i cani ed hanno visto in che condizioni si trovavano..

10. L’industria farmaceutica afferma:
Tutti gli animali da laboratorio provengono da allevamenti specializzati con standards igienici elevatissimi.
Nessun ricercatore responsabile prenderebbe cani da fonti oscure. Rapitori di animali e rivenditori criminali non sono partners adatti a loro ......

Commerciante di animali da laboratorio Henning:
...condannato per violenza sessuale
...violenza su dipendenti
...maltrattamento animale
...ed altri delitti

11.
Scena: una donna racconta:
Il suo pastore tedesco è sparito a Monaco di Baviera, al giardino inglese.
L’ha cercato per oltre un anno.
Dopo 14 mesi ha letto in un giornale che un commerciante di animali da laboratorio di Monaco di Baviera vende cani all’università di Vienna.
Ha chiesto all’università di Vienna inviando la foto del suo cane.
Alla signora è stato restituito il suo cane.
Unaltra donna racconta:
Ha ritrovato il suo cane all’università di Vienna. Giusto in tempo.
Quattro dei 6 cani erano già stati „usati“ nella ricerca. Il giorno dopo sarebbe toccato al suo cane.

12.
Intervista con l’Università di Zurigo: Perché i laboratori di vivisezione acquistano da canali oscuri.
Risposta: il prezzo...

13.
Commerciante di animali da laboratorio Franz Weber.
La signora Schairer comprava cani, dicendo che erano per stabulari.
Risultato:cani malati, quasi morti di fame.
Infezioni alle orecchie, pieni di ferite, con diarrea sanguinante..

Un medico dice sconvolto: Ricerche fatti con cani in queste condizioni non danno risultati affidabili..

12.
Allevatore Stock di Gelnhausen , uno dei iù grandi commercianti di animali europei, ha fornito per 20 anni cani, gatti e piccoli animali agli stabulari svizzeri. Molti erano talmente malati che morivano prima delle sperimetnazioni.
In solo 1 anno e messo Stock ha consegnato alla Chemie di Basilea 6000 gatti e 800 cani .

13. Esempio di Schering Werke AG
Al Manager viene chiesto se acquistano gli animali da trafficanti di animali da laboratorio. Dicono di no, che almeno da 10 anni con sono più in affari con trafficanti/commercianti di animali da laboratorio. Allora il giornalista tira fuori un ordine di 300 cani meticci fatto al commerciante di animali da laboratorio Pfister.

13.Un commerciante che ha avuto il divieto di commerciare, si sfoga...(uomo con la giacca di pelle)
Dice: merce è merce. Se devi vendere un forno, mica ti interessa chi ci cucina? Oppure scarpe, chi le porterà?
Non gli interessa cosa viene fatto poi con gli animali
Domanda: La farmaindustria ha mai chiesto della provenienza dei cani?
Risposta: No.Mai.

La stessa domanda viene fatta a Gross-Klauser. In 10 anni l’università di Losanna non ha mai chiesto la provenienza degli animali.

Franz Meyer. Nessuno ha mai chiesto all’Università di Zurigo.

Un certo Dr.Josef Kennel dice: Ciò non è compatibile con la ricerca seria.

14. La bugia delle case farmaceutiche sulla ricerca con animali:
La maggior parte degli animali vengono danneggiati quanto una persona che si sottopone ad un controllo.

Sie vede un Beagle a cui stanno facendo i tests tossicologici. Viene testato un veleno nervino. Ogni giorno viene aumentata la dose. Vomito, fiacchezza, giramenti, spasmi. Dopo 152 giorni finisce la tortura e l’animale viene ammazzato.

15. Una ex ricercatrice racconta esperimenti fatti ai gatti: Non viene detto che nel maggior parte dei casi le ricerche sui gatti vengono fatte senza anestesia!

16. Peter Autenried del Laboratorio centrale dell’Università di Zurigo parla del dilemma etico. Lui è dell’avviso che cambiare tipo di animale per la sperimentazione, animali che per il popolo non sono molto simpatici come per esempio i Mini Pigs (porcellini d’india) o furetti non ha senso perché anche questi sono esseri senzienti.

17. Vengono mostrati cataloghi degli allevatori di animali da laboratorio.
Charles River, Hazelton..
Pubblicità che offende la vita, con l’animale da laboratorio più adatto...
Vengono mostrate le condizioni di uno stabulario di Basilea..
Ratti in Box piccolissimi.
Conigli in gabbie strette.

18. Autenried,Università di Zurigo è per una ricerca alla luce del sole: Da dove provengono gli animali? Cosa viene speriementato? E dice che gli animali hanno sempre paura dei vivisettori...

Lui pretende che i giuristi difendano i riceratori dagli antivivisezionisti .

19. L’industria farmaceutica spende milioni in pubblicità.
Viene pagata da multinazionali della chimica come Interpharma, unione di giganti della chimica di Basilea.
Per esempio: „Azione libertà e responsabilità“
o „Gen Suisse“
Slogans come:
„Troppa protezione animale è insana ....lo studio del Dr. Med è chiuso!“
o: „Domani senza cancro“
Pubblicità per la genetica.

20. Manifestazione antivivisezionista

21. La tenuta statale ungherese a Hun-or.
Ufficialmente un canile rifugio.
Rifornisce cliniche universitarie ed industrie farmaceutiche.
Gli animali abbandoanti a loro stessi, bagnati, nel fango, affetti da Parvovirosi .
Cani magrissimi.

12.04.90
56 cani in viaggio per un laboratorio di vivisezione sono stati salvati dalla Signora Schairer. Il camion è stato bloccato alla frontiera. Cani gravemente feriti .
Il veterinario racconta le condizioni catastrofiche in cui erano. I cani erano ricoperti di feci di maiali. Interventi chirurgici d’urgenza nella notte..

22. La ditta Velaz a Praga (Repubblica Ceca).
Consegnava all’anno 2000 cani per la vivisezione.
Un posto pulito con pochi cani.
Questo posto fungeva da copertura
„Lager di passaggio per candidati alla morte“
Kennel troppo piccolo per la „produzione“ di così tanti cani.
Il commerciante di animali B. racconta: da lì arrivava proprio l’ultimo degli scarti..
Provenienza:poco prima della consegna li andava a raccattare da qualche parte...
Rubati?
Una piccola masseria.Rifornitore di Velaz. Una giovane coppia.
La masseria un punto di raccolta celato come allevamento e quarantena.
Raccattano cani e li consegnano con documenti falsi a Velaz.
I cani sono tenuti in baracche buie. Un approfondimento della cosa ha fatto riscontrare che i cani erano già stati sottoposti a sperimentazioni. Provenivano da stabulari e venivano rivenduti ad altri stabulari.

23. Immuno AG : Dr. Thomas Sternbach dice che hanno già fatto delle ricerche sulla provenienza degli animali e tirate le conseguenze. Non lavorano con Velaz.

24. in conclusione 1992
Ancora poveri cani assolutamente inadatti finiscono sui tavoli degli stabulari .....
(Nota personale: Ma ci sono quelli in salute, adatti....... per i quali ciò va bene??????)

25. Frontiera di Neustadt. Aspettano un trasporto di Velaz.
Controllo dei documenti. Questo trasporto va alla Bayer.
Molti trasporti vengono fatti per mezzo della ditta Peter Gustedt in Germania del Nord.
8702 Rottendorf
Parkstrasse 13

(Nei documenti è anche indicato il centro malattie cardiache di Monaco di Baviera).
Le ricerche hanno fatto riscontrare una triangolazione.
Fa.Gustedt
Wuendrich, di Altenberge (a quel tempo già deceduto)
Il commerciante B., di Grafschaft Bentheim.
In questo modo la provenienza degli animali veniva occultata.
Un commerciante (che faceva parte del trio) dice che questo commercio veniva fatto verso tutti i paesi del mondo.

Foto: Commerciante B. Con due pastori tedeschi, in viaggio all’università di Zurigo.
Riforniva anche la Chemie di Basilea.
Posizione di Peter Autenried, università di Zurigo:
Ci servono pochissimi Beagle. Abbiamo bisogno sopratutto di cani grandi, dai 20 ai 25 Kg. E’ questo il dilemma. Ci sono pochissimi allevatori che in poco tempo sono in grado di consegnarci la quantità di cui abbiamo bisogno “
Alla domanda sui commercianti che consegnano animali rubati o rifornitori che li tengono in masserie in condizioni pietose, risponde: :
„Sì, il commerciante magari ha moglie e figli che deve mantenere“
Non riesce a condannarli.

Corrispondenza di un laboratorio (sunto): sarà vero che il commerciante B è senza scrupoli, che la licenza per l’allevamento ed il commercio di animali da laboratorio è intestata ad una terza persona e che i cani non sono in ottime condizioni, ma c’è da dire che i cani che fornisce lui sono molto più adatti per la ricerca poiché non hanno i grandi problemi comportamentali che invece hanno i cani che ci arrivano dagli allevatori di cani per la vivisezione.


26. autunno 1991 Novembre 1991
Finto ordine
Ordinati 10 cani per la vivisezione.
Gli allevatori dicono che riescono a soddisfare anche richieste particolari. Per esempio senza le corde vocali. Affinché i cani non piangono.

27. Viene chiuso l’allevamento di Hans Meyer in Turingia.
Una parte di cani finisce in diversi laboratori ed altri a degli animalisti.
Cani con grossi problemi comportamentali.

28. Il Dr.Josef Kennel del canton Argovia (Svizzera) ha scritto all’industria farmaceutiche e chimica pretendendo di non comprare più animali di „quel“ tipo.

29.La Signora Schairer dice che ha ancora 140 000 DM di debiti. Vuol cambiare qualcosa. Cerca prove.
Qui in questi giri non si tratta solo dei commercianti, dice. Vuol portare alla luce gli intrighi oscuri dei laboratori di vivisezione.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

E dopo queste orrende verità qualcuno ha ancora dei dubbi???
Ho pianto, ma mi vien da urlare, urlare contro tutti coloro che ancora credono alle felici adozioni lontante..
Non trovo altre parole, ho il cuore a pezzi....
Grazie per averci fatto conoscere questo report! Anche se vederlo fà molto male

Anonimo ha detto...

Un documento sconvolgente rappresentativa di un enorme realtà delinquenziale fino ad altissimi livelli, soldi che girano a non finire.....
Un impero economico con giri oscuri, dove tutti ci guadagnano in primis le case farmaeutiche, mentre gli aniali soffrono l'inferno.
Anche a me viene da urlare, sopratutto è imperativo il desiderio di giustizia!!!

Anonimo ha detto...

Io sono più cattiva degli altri "anonimo" che mi hanno preceduto e spero che venga la peste e distrugga tutto il genere umano senza alcuna eccezione...lasciando il tempo ai pochi volontarosi per aprire tutte le gabbie.....

antitraffici ha detto...

E questi orrori avvengono nei "civili" paesi" del Nord che ci denigrano in continuazione...
Hai ragione ultimo anonimo, la peste per tutti...oppure, stesso trattamento per tutti coloro che fanno queste orrendi azioni.
Sono certa che la signora che ha perso tutto per fare le ricerche, alla fine sottintendesse qualcosa di molto importante: esiste sotto il manto della protezione animale.

Anonimo ha detto...

Antitraffici anc'io penso che c'è molto altro,ciòche si vede è solo la punta di un fenomeno inimagginabile sia come organizzazionee diramazioni sia come introiti economici...e chissà quant'altro...
Io non sono per la distruzione di nessuno,ma per il rispetto della vita, e chi la profana deve pagare!
Chi profana la vita distrugge anche quella dei suoi simili, quella dei più deboli,la vivisezioneanimale serve solo alle tasche delle case farmaceutiche e i loro sottoposti, e al potere del malvagio...Bisogna lottare per la giustizia umana, ma la giustizia Divina non risparmia nessuno!

arsenio lupetto ha detto...

io questo filmato avevo gia visto nel 1992.insieme cn un altra associazione l abbiamo tradotto e lo abbiamo mandato in giro ma dopo 16 anni e ancora tutto uguale se non peggio. ma no cosa dico ? lo sappiamo tutti che i cani vanno tutti in amorevole famiglie non importa che sono vecchi ' malaTI' CHECHI E SORDI il grande amore supera tutto. e chiaro che questi non si vedono in giro per la strada in germania perche devono stare tranquilli sul divano a RIPOSARE perche fuori si vedono solo cani giovani o di razza.in quale paradiso sono andati i cari canuzzi e pelosini.

Anonimo ha detto...

Arsenio Lupetto è tosto, riesce a fare dell'ironia nonostante il dolore e l'amerezza che traspaiono dalle sue parole.
Quando vedremo la fine di questi orrori perpetrati ai danni di coloro che non possono difendersi da soli?
Non molliamo, dobbiamo resistere per cercare di fermare questa infamia.

Anonimo ha detto...

Sono senza parole, non immaginavo assolutamente che ci fosse un mercato così florido e clandestino sui poveri randagi!
Ma tutte le staffette che vanno avanti indietro per l'Italia per fare adottare un cane chissà dove, come fanno a non avere paura che finisca così? Per me è assolutamente pura incoscienza....svegliatevi gente!

Orso ha detto...

Secondo voi allora perché la Grecia stà facendo qualcosa, perché è risaputo. Vogliono proteggere i propri animali ed invece vengono attaccati!!!
Immaginate quanti soldi ci fanno.. non cominciate a capire? Che ci hanno preso per i fondelli per oltre 20 anni!! Non solo, sfruttando anche le tasse degli ignari cittadini, perché sono i Comuni che pagano per il mantenimento presso i rifugi. Tante sterilizzazioni gratuite da parte delle Regioni... tanti "veri" amanti degli animali che si spogliano di tutto per aiutare i randagi... e poi arrivani e te li portano via, li fanno rubare di notte per due soldi, li portano via dai rifugi con la complicità di altri...
Non è allucinante?
No, non si può stare a guardare. Immaginate ai milioni di cnai e gatti che negli anni sono spariti e che avranno fatto questa fine...
Come si può non star male e non far nulla??

elettra piangente ha detto...

Io sono stupita che tutte le persone dedite agli stranissimi affannati ed affannosi trasferimenti non intervengano, almeno per chiedersi fra di loro se la strada scelta sia o meno quella corretta. Tutto tace, forse non vogliono neppure porsi domande e preferiscono nascondere la testa nella sabbia.

Anonimo ha detto...

avete mai fatto caso che la gente dona difficilmente soldi per un nobile scopo ma solamente per salvarsi il culo. percio vengano dati fiumi di soldi per la sperimentazione perche pensano "" domani potrebbe capitare a me" e nessuno pensa quante toture vengono inflitti ai animali.

Anonimo ha detto...

Non solo anonimo, nessuno pensa che oltre le torture agli animali i loro soldi serviranno solo a peggiorare la salute umana, la vivisezione è fuorviante per qualsiasi risultato atendibile!
Sono solo protocolli utili a riempire le varie tasche di turno....

Anonimo ha detto...

Tutto questo è talmente sconvolgente che sembra incredibile, mentre temo che dietro ci sia ben altro, organizzazioni criminali ben organizzate.....diciamo un altra Gomorra!

Anonimo ha detto...

Concordo appieno....
E' ora che venga tutto a galla

Gepi ha detto...

Questa frase che dice la signora, la dice tutta:
"Qui in questi giri non si tratta solo dei commercianti, dice. Vuol portare alla luce gli intrighi oscuri dei laboratori di vivisezione."
Dico solo, che orrore, pertpetrato in nome della protezione animale

elettra piangente ha detto...

24 cani provenienti dall'Italia e parcheggiati nel rifugio SOS di Lucerna (Gunzwil) sono stati abbattuti. Sarebbe molto interessante sapere chi li ha esportati in Svizzera, da dove provenivano e se queste si possono definire felici adozioni. Certo meglio morti che sul tavolo della vivisezione, ma valeva la pena di catturarli, caricarli su furgoni, farli viaggiare come sappiamo che viaggiano per poi farli uccidere? spero che qualcuno mi illumini.

Anonimo ha detto...

Come vale la pena: sono esseri senzienti e vengono solo traumatizzati.... grazie al cavolo che sono impauriti!!
Chi ha raccolto animali abbandonati o persi, sà bene cosa ha letto negli occhi di questi esseri....
Come si può mandarli in giro come pacchi postali...
Non riesco a capacitarmi...
Ma stì "salvatori/trici" del kaiser, ce l'hanno veramente il cuore?Solo parole, appelli strazianti, richiesta collette e via... su furgoni,atoe d aerei... lontano dagli occhi, lontano dal cuore...

Anonimo ha detto...

DOV'E' GAIO??

Anonimo ha detto...

Se anonomo ha perso l'amante tanto appassionatamente ricercato ovunque perchè non prova a telefonargli! oggi tutti hano il cellulare!

Anonimo ha detto...

E la frenesia delirante di spostare cani e gatti dal sud al nord è incrementata ancora...
Che tristezza! Ma qualcosa si muove...