Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

martedì 20 maggio 2008

La verità sulla ricerca e che fine fanno le nostre donazioni

Nel mondo i posti così sono tantissimi....ovunque.... ma a chi servono?



Dichiarazioni di alcuni scienziati pubblicate in un articolo del 10/11/2005 sulla rivista Nature uno dei punti di riferimento per la scienza mondiale

- I test di tossicità che abbiamo utilizzato per decenni sono semplicemente cattiva scienza. Oggi abbiamo l’opportunità di incominciare da zero e di sviluppare dei test basati su prove evidenti, che forniscono una reale opportunità per la tossicologia di diventare infine una scienza rispettabile.

- E’ stata riconosciuta la cattiva qualità della maggior parte dei test su animali, che non sono mai stati sottoposti ai rigori della validazione oggi imposta ai metodi alternativi in vitro. La maggior parte dei test su animali sovrastimano o sottostimano la tossicità, o semplicemente non sono in grado di fornire dati precisi sulla tossicità riferita all’uomo (il 75% dei test su animali vengono fatti per prove di tossicologia, ndr)

- I test di tossicologia embrionale fatti su animali non sono affidabili per la previsione nell’uomo: quando scopriamo che il cortisone è tossico per gli embrioni di tutte le specie testate, eccetto quella umana, cosa dobbiamo fare?”

- La sperimentazione su animali consente alle industrie di ottenere qualsiasi risposta desiderino (cambiando la specie animale usata) e di evitare la responsabilità civile sostenendo che il modello animale non consente "la certezza della prova".

Marcia Angell, medico specializzato in medicina interna e patologia, è stata direttrice The New England Journal of Medicine,una delle riviste mediche più prestigiose al mondo. In campo sanitario è un’autorità

Bugie, corruzione e speculazioni che sono alla base del business più remunerativo del mondo, giocato sulla salute delle persone...

Dichiarazione di Dott. Vernon Coleman, Royal Society of Medicine

"Molti vivisettori continuano ad affermare che ciò che fanno aiuta a salvare delle vite umane. Ma stanno mentendo. La verità è che gli esperimenti sugli animali uccidono le persone, e chi effettua esperimenti sugli animali è responsabile della morte di migliaia di uomini, donne e bambini ogni anno."

British Medical Journal, nel numero 328

Gran parte delle ricerche condotte su animali per cure che dovrebbero essere applicate agli uomini, sono sprecate perché condotte in maniera inadeguata e perché non vengono valutate attraverso verifiche sistematiche.

Le cifre in costante aumento

500 milioni gli animali vivisezionati ogni anno nel mondo
1 milione circa gli animali vivisezionati ogni anno in Italia
3.000 circa gli animali vivisezionati ogni giorno in Italia
1 ogni 3 secondi gli animali vivisezionati nei laboratori europei
Non si hanno dati certi degli animali transgenici usati

4 commenti:

Vincenzo ha detto...

E' incredibile come abbiano la faccia tosta di chiederci soldi dicendo che è per il bene dell'umanità!Ecco un altra bugia nascosta, chiedono soldi per fare soldi oricurando sofferenza a vite umane e animali senza nessuna giustificazione!

Paola ha detto...

Sono così abili a fare venire i sensi di colpa se non si aderisce alle donazioni delle varie campagne tipo Teleton.....
Assicurano che quei soldi servono per la salvezza di tante malattie mentre invece solo per inutile vivisezione.

Anonimo ha detto...

Svegliamoci e non cadiamo nell'inganno: nessuna "ricerca" fermerà malattia e morte quando sarà arrivata la nostra ora.
Tutto il lavoro dei vivisezionisti (pardon dei ricercatori) verte sull'incassare denaro per mantenersi e per continuare a fare l'unico sporco lavoro che sanno fare.

Giulia ha detto...

Queste dichiarazioni dovrebbero convincere anche sulla non scientificità della vivisezione, argomento che secondo me non bisogna mai dimenticare, accanto alla sua non eticità, quando si critica la vivisezione...
La vivisezione è soltanto un affare economico e una questione di carriera e di successo... denaro e interesse non sono propriamente i motivi migliori di una ricerca che dovrebbe essere libera da ogni autorità, no?