Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

domenica 25 maggio 2008

Esperimenti su bambini: la Pfizer sotto accusa ma nessuno ne parla



E’stata solo sfiorata dai media la vicenda che coinvolge la Pfizer, la grande multinazionale farmaceutica francese, che a quanto pare ha condotto esperimenti su bambini nigeriani ammalati di meningite. La vicenda risale a 11 anni fa quando, secondo l’accusa mossa dallo Stato di Kano (nord Nigeria), la Pfizer avrebbe sperimentato un farmaco contro la meningite su oltre 200 bambini provocandone la morte o gravi menomazioni. Il farmaco incriminato sarebbe il “Trovan” e la sperimentazione sarebbe avvenuta in un contesto mascherato da aiuto umanitario che la Pfizer si era offerta di fornire in quella regione martoriata dalla meningite, cosa che rende la questione se possibile ancora più aberrante.


Il silenzio da parte dei media che circonda questa vicenda non fa altro che confermare la delicatezza del caso in quanto potrebbe sollevare diversi interrogativi sulle sperimentazioni che molte multinazionali farmaceutiche conducono sugli esseri umani e su quanto detti esseri umani siano consapevoli di quello che fanno. Il fatto che la vicenda sia emersa è da imputare alla solerzia di un procuratore locale quando si era accorto che la popolazione di Kano rifiutava le vaccinazioni contro la poliomielite predisposte dallo Stato, temendo di essere usate come cavie.

La domanda che ora si pone e che pesa come un macigno è: quante volte è stata usata questa tecnica dalle case farmaceutiche per sperimentare farmaci su esseri umani? Nel continente africano non sono infrequenti le campagne umanitarie condotte dalle grandi multinazionali: quante di loro nascondono secondi fini come la sperimentazione di nuovi farmaci?

Certamente l’Africa si presta a questi raggiri; chi volete che ci fa caso se muoiono 200 bambini in più nella moltitudine di vite perse ogni giorno? Chi volete che controlli una campagna umanitaria? C’è poi da considerare la potenza economica di certe multinazionali, potenza che permette loro di comprare complici silenzi.

Di certo c’è solo che con questa faccenda si è toccato il fondo e non ci sarebbe da meravigliarsi se una cospicua somma di denaro contribuisse ad affossare tutto, non tanto per la vicenda in se, quanto piuttosto per non togliere alle case farmaceutiche un immenso bacino di cavie umane a “basso costo”.

Fonte:http://www.secondoprotocollo.org/

3 commenti:

Marta ha detto...

Il testare farmaci su umani è neccessario, purchè i soggetti siano consapevoli, in questo caso sono stati ignobilmente ingannati andando contro a tutte le procedure legali!
Ma allora perchè dicono che la vivisezione è indispensabile?

Anonimo ha detto...

Lo dicono perchè non sanno fare altro che questo e, facendolo, passano anche per salvatori ed eroi e guadagnano un mucchio di denaro.
Per quanto mi riguarda provo ribrezzo per persone di questo genere che passano la giornata a seviziare consapevolmente altri esseri viventi.

Anonimo ha detto...

Marta, lo dicono perché altrimenti forse qualcuno potrebbe cominciare a pensare ad abolirla... ed allora addio a tanto denaro e grazie al fatto che tante persone non riflettono , ma prendono per oro colato cià che viene scritto sui giornali e detto in TV.... questi sono i risultati.
Ma prima o poi non pensate che ognuno di noi pagherà un conto per ciò che ha fatto nella vita? CI sarà la gisutizia Divina, ma bisogna comunque far qualcosa...