Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

mercoledì 4 marzo 2009

ANIMALI: UCCISI E MALTRATTATI, SEQUESTRATO CANILE CREMONA



(ANSA) - CREMONA, 3 MARZO -


Il canile comunale di Cremona e' stato sequestrato oggi dai carabinieri del Nas su ordine della procura della Repubblica. Almeno due persone, delle quali non sono stati resi noti i nomi, sono indagate per i reati di uccisione d'animali ed esercizio abusivo della professione medica.

La struttura, situata alla periferia della citta', viene gestita dall'Associazione zoofila cremonese, presieduta da Maurizio Guerrini che e' anche segretario provinciale di Cremona di Rifondazione Comunista. Una convenzione decennale, di volta in volta rinnovata, lega al Comune l'Associazione che svolge questo servizio per conto dell'Azienda sanitaria locale di Cremona.

Tra l'amministrazione municipale e l'Asl c'e' un'altra convenzione triennale che regola il rapporto tra i due enti. L'Associazione zoofila riceve ogni anno circa 20.000 euro per lo smaltimento delle carcasse.

Secondo l'accusa, a Cremona si smaltirebbero anche carcasse provenienti da Parma, Napoli, Roma e Urbino. L'inchiesta, condotta dal sostituto procuratore del tribunale di Cremona Cinzia Piccioni, e' partita in seguito all'esposto presentato lo scorso anno da un privato che denunciava maltrattamenti e uccisioni avvenuti all'interno del canile.

http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/natura/20090303171934834869.html


ABBATTEVANO ANIMALI SANI: 2 INDAGATI, CHIUSO CANILE CREMONA


(AGI) - Cremona, 3 mar. - Il canile di Cremona e' stato posto sotto sequestro questa mattina su decisione del sostituto procuratore Cinzia Piccioni che ha aperto un'inchiesta a carico dei responsabili dell'associazione Zoofili Cremonesi che ha in gestione la struttura comunale. Per i due indagati, le ipotesi di reato sono maltrattamento di animali e esercizio abusivo della professione sanitaria. Secondo la Procura, nel canile di Cremona numerosi animali sani e non pericolosi venivano abbattuti per ragioni economiche. In base alla convezione, infatti, per ogni cane accolto nella struttura i gestori ricevono una somma dal comune. L'inchiesta, che e' solo alla sua prima fase, e' stata avviata nel 2007 dopo un esposto della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Milano.
http://www.agi.it/milano/notizie/200903031646-cro-r012489-art.html

Sempre in tema, a Cremona nel 2007 ci fù già una polemica con il Comune che si ostinò, nonostante ichieste di disponibilità e alternative, a affidare l'Ufficio Tutela Animali esclusivamente all'associazione che gestiva il canile.

La Provincia Venerdì 6 luglio 2007

LA POLEMICA «Sportello diritti animali». Perché al canile?

Sig. direttore,scriviamo per informare i cittadini che le nostre associazioni, fin dal febbraio 2006, sulla base di quanto fatto in molte altre città italiane, hanno presentato una proposta per l'apertura di uno sportello diritti animali, senza mai aver ricevuto risposta alcuna. Sul Suo quotidiano di martedì 3 luglio, abbiamo letto che il Comune ha deciso l'apertura di questo sportello presso il canile di Cremona fornendo solo due numeri di cellulare per i cittadini che avessero bisogno di consultazioni e di richiedere aiuto e pareri. La cosa ci ha non poco stupito per diverse ragioni:

1) la Legge Regionale 16/06 all'art. 6 f ) prevede per i Comuni la possibilità di istituire l'ufficio tutela animali ed un fondo speciale per le sterilizzazioni di cani e gatti i cui proprietari versino in stato di indigenza. Parrebbe ovvio presumere che detto Ufficio sia collocato presso il Comune.

2) Affidare la gestione dell'Ufficio tutela animali ad una associazione che gestisce il canile pone notevoli perplessità in quanto una delle funzioni di detto ufficio è anche quella di controllare che i canili ed i rifugi presenti sul territorio svolgano la loro attività in modo corretto e in conformità alle leggi esistenti e, invece, ci troviamo di fronte ad un controllo-re che deve controllare se stesso.

3) Indicare come riferimento di detto Ufficio i numeri di due cellulari anonimi pare insufficiente e pensare che delle persone possano recarsi presso il Canile per esporre i propri casi è quanto meno utopistico sia per la dislocazione del canile medesimo, abbastanza fuori mano, sia per la difficoltà di poter entrare e di trovare le persone anonime proprietarie dei due numeri di cellulare.

Francarita Catelani (Pres. di Una Cremona Onlus)

Roberta Ferraro Pres, di Enpa Cremona Onlus)

Enrica Boiocchi (VicePresidente di gruppo Bairo Cremona Onlus)



PER COMPLETEZZA DI INFORMAZIONE PUBBLCHIAMO UA DICHIARAZIONE DEL GRUPPO BAIRO ONLUS

5/03/09

A seguito del sequestro del canile di Cremona, intendo precisare quanto segue.
E' bene ricordare che sulle soppressioni facili al canile di Cremona, il Gruppo Bairo ne ha ampiamente parlato già nel lontano 2003 pubblicando anche la documentazione sia sul sito che in mailing list.
Lo potete verificare andando a visionare l'indirizzo: http://www.bairo.info/messaggimailing.html alla voce: "le soppressioni assurde".
Tengo inoltre a precisare che con Laura Rossi - Presidente Nazionale della Lega per la Difesa del Cane - l'ass.ne Gruppo Bairo si è sempre trovata in pieno accordo sulle iniziative da intraprendere riguardo il canile cremonese.
L'ufficio tutela animali di Cremona è gestito dai responsabili del canile - quelli che sono attualmente indagati per uccisoni di animali ed esercizio abusivo della professione medico veterinaria; a tal proposito vi invito a visionare questo link dove troverete l'articolo di cronaca del quotidiano "La Provincia di Cremona" risalente al 6 luglio 2007: http://www.unacremona.it/2007.html#sportello
L'Ufficio tutela animali di Soncino da me gestito, non ha nulla a che fare con quello di Cremona di tendenza politica diametralmete opposta.
Noi di Bairo non siamo una potenza come la Lega difesa del cane, non abbiamo soldi, nè mezzi, ma nonostante tutto ci siamo sempre esposti sotto nostra responsabilità pubblicando ciò che è stato ben evidenziato in questi giorni con le notizie di cronaca.
Invito pertanto, coloro che, sono venuti a conoscenza di questa vicenda solo da poco tempo e che si sono permessi di fare allusioni, a informarsi al meglio e di rettificare pubblicamente e immediatamente tutte le false e tendenziose informazioni che stanno circolando.
Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.


Enrica Boiocchi responsabile U.T.A. Soncino (CR)
vice presidente GRUPPO BAIRO Onlus

42 commenti:

Anonimo ha detto...

era ora che qualcuno si accorgesse di quanto accadeva da decenni!

Anonimo ha detto...

io spero che li danno dieci anni di galera, ma anche a quelli della asl, che sono i cotrolori dei controlori

Anonimo ha detto...

Conosco bene il canile di Cremona...ne ho avuto esperienza diretta cinque anni fa quando 'sparirono' nel nulla due cani - pastori tedeschi - provenienti dal canile di Gerenzano (Varese) - adottati da prestanome di una sedicente associazione animalista - che ritrovai personalmente al canile di Cremona. Sapevo anche che erano chippati e quale fosse il numero... Entrai facendo finta di essere una privata cittadina e girai il canile. Fin quando riconobbi i due cani. Chiesi lumi sulla loro presenza in quel posto visto che dovevano essere altrove... Una battaglia senza quartiere, buttata fuori...Chiamammo vigili, questura, asl (la quale non aveva tempo di venire a verificare i Chip....), sostammo per 12 ore davanti al canile. Sino a che non fummo ricevuti dal Comandante dei vigili...la storia è lunga...ma guarda caso dei cani fecero sparire le tracce...appellandosi alla privacy. Ovviamente non spiegarono come mai i cani fossero finiti lì e a che titolo messi in carico al Comune di Cremona visto che provenivano dalla provincia di Varese...

aquila nera ha detto...

In Lombardia non esiste la Legge che impone alle strutture controlli periodici? E non è detto che non potrebbero esserlo con cadenze ancora più frequenti propio per evitare che accadano episodi infamanti. Una domanda che mi pongo spesso è: "Chi mai controlla i controllori?"
Povera Italia che sta trasformando luoghi di accoglienza per poveri animali già sofferenti di abbandoni e di maltrattamenti in ulteriori inferni. Con stupore ho letto l'intervento in merito ai due pastori tedeschi svaniti nel nulla. Siamo certi che gli animali, nella struttura interessata, siano davvero morti o non siano spariti verso altri lidi come i cani provenienti dal canile di gerenzano?

Anonimo ha detto...

Mi lascia allibito la provenienza dei cani, da Napoli...le Marche!
Ma com cavolo ci sono finiti lassù?
Chi e con quali motivazioni li ha portati lì?
Non credo che questi cani siano andati volontariamente e contenti da questa sedicente Associazione Zoofila Cremonese.

Anonimo ha detto...

DIco all'anonimo no. 3: li avranno fatti partire per un bel viaggietto all'estero, in qualche bel paese civile del Nordeuropa o soppressi? Cani di razza soppressi... non credo.
Ringraziamo di cuore il NAS, che ha , dopo decceni di lotte di persone serie, finalmente fatto la cosa giusta. Mi spiace per le miglaiia di cani che hano fatto una brutta fine.
Che giustizia sia fatta per tutti
questi ultimi!

Anonimo ha detto...

Quantri altri posti così ci sono, coperti da personaggi in vista. Posti che raccattano cani dal Sud, dal Nord, dal Centro Italia e poi non si sà che fine fanno?
Questa è la riprova che bisogna SEMPRE lottare, con tutte le forze!
A volte ci vuole tempo, sì, ma...
ne vale la pena
Esorto chiunque sappia di situazioni non legali, di gente che fà il cosiddetto "volontariato" ma che non è pulito, alzi il sedere e faccia il proprio dovere, se ama veramente gli esseri viventi

Anonimo ha detto...

E' un delirio che investe tutta l' Italia, è tutto uno spostamento assurdo nella illusione che altrove gli animali stiano meglio di dove si trovano: non esiste un luogo magico che possa risolvere i problemi di tutta Italia, solo luoghi in cui di uccide o si esporta!

Anonimo ha detto...

Parole sante, ultimo anonimo!!
E speriamo che tutto il marcio, che puzza da chilometri, venga a galla subito!!
E' uno schiaffo all'intelligenza di tanti di noi che sappiamo come vanno le cose, continuare a dire che sistemano cani in un lampo, can vecchi, ciechi, a tre zampe, malati, e vale anche per i gatti!
Deve essrci giustizia, per tutti gli animali massacrati e sballottati verso destinazioni ignote (?)!.

Anonimo ha detto...

sapete che il Comune di Cremona ha affidato l'ufficio diritti animali proprio a questi del canile con ufficio dentro al canile e con riferimento due numeri di cellulare anonimi?
Mi auguro che le indagini arrivino anche a colpire i responsabili comunali, oltre che i veterinari asl.

Anonimo ha detto...

Anche questa è una gran sporca faccenda!
Sì, speriamo sia arrivato il momento di far luce su queste vergogne!

Anonimo ha detto...

La magistratura farà le giuste indagini, accuse che sembrano deliranti e senza realtà, fatte poi da una signora, quella della lega del cane, che ho letto sul giornale è stata in carcere 20 mesi per usura.
non so che affidabilità puo' avere.
speriamo per i cani che sono l'unica cosa importante, i miei 2 che ho adottato al canile

Anonimo ha detto...

Veramente la signora della lega del cane è stata condannata per usura? allora è un mondo senza coerenza...

Anonimo ha detto...

Cari Anonimi io credo che i Nas stiano lavorando non bene, ma benissimo e che se ne sbattano i co....ni di signore usuraie o meno.
Certo si deve ben ammettere che nel mondo che gira attorno agli "affari di animali" circolano soggetti molto strani tanto che, molto spesso, l'uno equivale all'altro (in peggiorativo)

Anonimo ha detto...

Ecco come si danno le sezioni delle associazioni!!! A chiunque!! Bella roba!! Basta che fan parlare di sé!!
Mondo coerente? Esiste ancora questa parola nel vocabolario degli umani?
Grazie NAS, grazie per tutti i cani spariti ed ammazzati in oltre 20 anni e continuate così!!!!!

claudia ha detto...

Se anche e’ vero che a Rosetta interessano i soldi del rifugio o e' un usuraia questo non perdona chi ha ucciso degli animali sani e soprattutto chi ha taciuto i fatti…..perche’ non c,e’ peggior criminale di chi non denuncia un crimine e fa finta di niente………privato od ente che sia!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Cara ketty ti meriteresti la stessa morte che hai fatto fare o che hai permesso a qualcuno di fare a quelle povere creature che non hanno potuto difendersi davanti ad una puntura letale……

claudia ha detto...

vorrei comunque dire a tutti di non dimenticarsi dei cani soppravvissuti...chissa' quante persone che volevano andare ad adottare un cane, ora pensano di non voler mettere piede in un canile lager...ma ora piu' che mai e' il momento di liberarli da quegli orrori che hanno vissuto fino ad oggi...NON DIMENTICATEVI DI LORO!E poi vorrei fare un appello alla giustizia: NON ARCHIVIAMO E NON LASCIAMO IMPUNITE QUESTE AZIONI.....E' IL MINIMO CHE SI MERITANO QUEI POVERI CANI CHE AVEVANO UNA VITA SOLA E QUALCUNO GLIEL'HA STRAPPATA......

Anonimo ha detto...

Claudia, ti che ne sai? Di denunce ne sono state fatte diverse, da decenni, ma sono state archviate!!!
Se uno non le sà certe cose, prima di parlare.....

Anonimo ha detto...

Cara Claudia, queste cose orrende non accadrebbero se non fosse iniziata la follia degli spostamenti di randagi da ovunque a ovunque e se non vi fossero in circolazione gli appelli strappalacrime del tipo: liberiamo il canile lager e cerchiamo posti di stallo per collocare i randagi (pelosini, pelosetti, codine, zampette, ecc,).
A Cremona non vi è esattamente un canile lager, ma un luogo in cui si prendevano animali da ogni parte d'Italia per abbatterli! Così dicono le denunce dei Nas: abbattimenti eccessivi, esercizio abusivo di attività veterinaria, smaltimento abnorme di chili di cadaveri!

Anonimo ha detto...

Io mi chiedo: se coloro che hanno dato i randagi a questo canile erano veramente, e scioccamente, in buona fede cosa faranno? Continueranno a spostare randagi dal loro canile ad un'altro senza la possibilità di poter effettuare reali controlli? Mi auguro di no e spero che se li sognino di notte, ogni notte, imbustati nei sacchi neri della spazzatura!

Anonimo ha detto...

per anonimo che ha detto: che vuoi che ne sappia...sono dell'ambiente e so che tante persone hanno denunciato i fatti, ma forse non mi sono spiegata bene e chiedo scusa...la mia grande rabbia e' riferita a comune,ussl e sindaco che non si sono interessati oppure semplicemente hanno chiuso gli occhi...

claudia ha detto...

per anonimo che ha detto:tu claudia cosa ne sai...sono dell'ambiente e forse mi sono spiegata male, non volevo offendere nessuno so che e' anni che persone denunciano strani fatti...la mia grande rabbia e' riferita a sindaco comune ussl e veterinaria del gattile...che hanno fatto finta di niente chiudendo gli occhi...e mi domando ma c'era un guadagno anche per loro...?

Anonimo ha detto...

Gli unici innocenti sono i cani, quelli morti e quelli vivi ancora lì dentro... chi penserà davvero a loro senza secondi fini? I rischi per loro a Cremona non sono certo finiti con un esposto e un'indagine in corso...

Anonimo ha detto...

I rischi non saranno finiti, ma intanto la verità è venuta alla luce, dopo decenni!!!
Pensa a quanti posti come questi ci sono ancora, coperti da gente influente..
Dimmi in quale posto non c'è gente che vuole solo una cosa: i soldi!!
Le associazioni non fanno il lavoro di base per combattere la sofferenza degli animali: fare informazione, sensibilizzare la popolazione, i sindaci ecc...
E' inutile spostare cani a destra e manca!! E' un delirio!
E' ora di dire basta!

Anonimo ha detto...

quewsto caso potrebbe essere un domino.mi auguro che scoppiano molte di queste bombe.l' italia e piena di questi canili che hanno convenzioni con40 o50 comuni.i comuni pagano e non gli lo frega niente, basta levarsi la patata bollente dei randaggi. questi canili a volte sono perfino accrediti dalle regioni,e naturalmente nessuno va mai a controllare.forse le cose cambiano quando il primo sindaco o qualche veterinario va in galera.un ultima parola sui cani del sud.spesso arrivano apelli strappalacrime per i cannuzzi,i pelosini, i patatini. ce a dirittura uno che offre quotidianamente 37 o 38 cuccioli .quanto e vile il dio denaro

Anonimo ha detto...

anche io ho visto gli appelli per 37 cuccioli che vengono poi trasferiti sui quotidinai delle varie citta sulla rubrica sos animali naturalmente dai membri della setta dei canuzzi. poi arrivano con le staffette. ho letto che esiste a dirittura un registro delle staffette. altri tempi quando si facceva di tutto per salvare i animali e addirittura si pagava per ritirarli dei canili dei maccelli publici dove venivano soppressi dopo 3 giorni

Anonimo ha detto...

Speriamo sia arrivato il momento giusto per far scoppiare tutto il marcio che c'è OVUNQUE e anche i nomi altisonanti non sono una garanzia di serietà!!!

Anonimo ha detto...

Se il magistrato inquirente potesse leggere i nostri sfoghi allargherebbe le indagini anche contro il Comune che in tutti questi anni non ha mai effettuato un benchè minimo controllo sulla gestione del canile e anche ad altri veterinari della Asl che sapevano perchè, come minimo, avevano ricevuto le lettere di protesta dei cittadini che denunciavano scorrettezze e decessi improvvisi (in quel canile) e segnalazioni di altri stalli che esistono pur sprovvisti di regolare autorizzazione).

claudia ha detto...

mi piacerebbe sapere se qualcuno ha visto anche dei maltrattamenti fisici...di animali non destinati all'eutanasia...io sono entrata solo una volta al canile e la cosa mi preoccupa molto...qualcuno mi ha detto che davanti ad un sanguinamento del collo di un cane morso da un'altro il personale addetto in quel momento non e' intervenuto...

Admin ha detto...

Cara Claudia è importante che chi ha visto o chi sa parli con i Nas, solo così si può aiutare il loro lavoro , difendere gli animale e combattere la delinquenza.

Anonimo ha detto...

Eh sì, è ora di smetterla di dire che il COmune non c'entra nulla! I cani randagi sono del sindaco che paga con i soldi dei CONTRIBUENTI, sono soldi pubblici e ne deve rendere conto alla collettività.

Anonimo ha detto...

io non vorrei che questa faccenda va a FINIRE A TARALUCCI E VINO.qualcuno mi sa dire chi materialmente ha uccisi i cani ? prima si parlava di un patentino di abbattitore, ora non piu. a me francamentepo fregare un po meno dei 535.000 euro,ma non delle uccisioni e del tanax sul piatto d'argento.ma vi sembra possibile che gli unici colpevoli sono quei due stronzi ? ma qui ci prendono tutti per i fondelli

Anonimo ha detto...

C'è il sindaco e le ASl, altro che non c'entrano nulla!!!!!
Vergogna pure questa!!
Se qui non si cominciano a toccare i co-responsabili, è proprio uno schifo!!

Anonimo ha detto...

Ieri sera vi è stata una riunione che, purtroppo, è finita in politichese per la presenza di diversi consiglieri comunali....
Fra i presenti molti hanno preso parola, si è detto che altri due "volontari" possono ancora entrare anche se abbattitori,si è detto che il somune non ha cambiato la serratura, si è detto il nome del negozio che fornisce il tanax, si è detto che si deve denunciare il sindaco, si è detto che si deve nominare un garante che effettui controlli, insomma si sono dette tante parole....qualcuno ha anche accusato una persona presente per non aver collaborato nel 1991 con quelli che avevano denunciato il medesimo canile per i medesimi abbattimenti (anzi è stato detto che ha passato la lettera di richiesta collaborazione alla persona indagata anche oggi)....

Pippo ha detto...

Giovedì sera c'ero anch'io e anch'io ho notato che le parole sono state tante, i riferimenti politici pure, non solo nei confronti del sindaco, ma di concreto, mi pare, poco...

Anonimo ha detto...

Di parole se ne fan sempre troppe, di fatti troppo pochi!!
Certa gente la manderei...
E come sempre, le persone serie vengono attaccatte ingiustamente..
Ma la verità è sacra, le bugie e la diffamazione hanno le gambe corte.

claudia ha detto...

quindi se dici che persone serie sono state attaccate ingiustamente hai anche una spiegazione sul perche' tanti cani spariti...chi deve pagare per loro?

Anonimo ha detto...

Il sindaco e tutti gli altri responsabili

claudia ha detto...

Scusate l'ignoranza ma il mio desiderio e' avere sul piatto d'argento chi materialmente ha inserito l'ago nelle chiappe dei cani...

Anonimo ha detto...

rispondo a Claudia che, pare, sia della medesima città coinvolta in questo affare: dai giornali appaiono tre nomi di indagati (e parli della veterinaria del gattile), quindi conosci l'ambiente.
Domanda a loro e saprai....

Anonimo ha detto...

Da amante degli animali provo grande tristezza. Sono allibito che in un paese civile possano accadere cose del genere: spero che le indagini portino a pene esemplari per chi ha materialmente commesso atti di tale gravità ma anche a chi doveva vigilare o controllare e non lo ha fatto: non sottovalutate questo aspetto, è uno sport molto praticato nel nostro paese, specie quando si ha a che fare con contributi di soldi pubblici: è vergognoso, quei poveri animali non hanno la possibilità di parlare...il cane è il migliore amico dell'uomo, l'uomo non è il migliore amico degli animali.

Anonimo ha detto...

il comune di Cremona è uno dei comuni che non ha mai fatto una delibera sul benessere degli animali,come altri comuni più civili e a conoscenza della legislazione nazionale e della comunità europea,hanno fatto.per statuto della comunità europea gli animali sono" esseri scenzienti".Non c'è da stupirsi se poi non controlla e lascia fare a gente equivoca improvvisata volontaria per lucro.