Sta a ciascuno di noi rimanere con gli occhi aperti per non perdere queste tracce per essere consapevoli, e non burattini manovrati senza capacità critica.
Su questo blog c'è qualche traccia, il resto non dovete mai smettere di cercarle voi.

sabato 31 maggio 2008

Traffici animali


Cani che spariscono. "Carichi" di quattrozampe che, dai rifugi di tutti Italia, finiscono per lo più in Germania, in un tavolo di vivisezione.
Sono molteplici le fantomatiche Associazioni Animaliste tedesche che asseriscono una illimitata disponibilità di adozione nel loro paese, diffondendo questa bugia anche in Italia. Una realtà irreale, poiché anche nel nord Europa esistono situazione drammatiche di randagismo e maltrattamento animale.

Eppure c’è chi ci crede, o fa finta di crederci, e internet è diventato sempre più un vero mercato di offerte di cani da canili con disponibilità ad essere portati ovunque, dati in offerta come un catalogo di scarpe, ma sulla loro destinazione non ci sono mai notizie certe.
Eppure spesso sono cani anziani, bruttini, non vedenti, disabili, ma miracolosamente trovano sempre una felice adozione nel nord Europa come Germania, Austria, Svizzera, etc….
Guarda caso, paesi dove c’è la concentrazione più alta di laboratori farmaceutici e stabulari.
Ma perché una famiglia tedesca dovrebbe adottare un cane non avendolo mai conosciuto scegliendolo solo da una foto e fatto arrivare dall’Italia, Grecia, Spagna ? Non esiste una spiegazione felice, ma troppi angoscianti dubbi sulla fine di questi cani.
E’ risaputo che in qualsiasi parte del mondo se qualcuno vuole adottare un cane bisognoso basta che mette il naso fuori dal proprio uscio e ne trova fin troppi, allora che fine fanno tutti questi cani?

E’ utile sapere, che la legislazione tedesca vieta la sperimentazione sugli animali del proprio Stato, ma ne autorizza la pratica su animali stranieri.

In questi anni sono stati fermati dalle autorità vari carichi di cani diretti in Germania provenienti dal sud Europa, come Grecia, Italia e altri, spesso finito con sequestro degli animali e indagini.
In realtà esiste un enorme traffico di randagi destinati alla vivisezione, mascherato da pseudo Associazioni animaliste tedesche, le quali guarda caso, dispongono di ingenti quantità di denaro.
Ma perché le case farmaceutiche non utilizzano animali allevati allo scopo della sperimentazione e prendono grandi quantità di meticci?

La risposta è economica, un cane comprato in un allevamento ha un costo elevato, un meticcio un costo molto minore, e siccome le quantità di animali usati sono migliaia, va da se della convenienza sui traffici illeciti di randagi. E poiché, la procedura della vivisezione burocraticamente è una formalità, va bene qualsiasi cane, anche anziano o malato.
Questa è la terribile verità delle felici adozioni all’estero!

Il traffico animale è come un mostro a cui le vittime sembrano non bastare mai, per cui anche molti cani e gatti di proprietà vengono rubati e mai più ritrovati, un mostro che ha bisogno di migliaia e migliaia di animali, ma questa verità non si deve sapere per non intaccare un enorme impero economico.
Le Asociazioni animaliste si fanno promotrici di appelli per salvare i cani dai canili, usando le stesse modalità che ha usato la finta l’Associazione umanitaria Arche de Zoè, appelli strazianti, richiesta di soldi trasporto di esseri viventi per loschi traffici. E se lo fanno sui bambini perché mai non dovrebbero sugli animali? Sono sempre Associazioni potenti, con oscuri legami internazionali.

Sui cani randagi c’è un continuo guadagno, prima i gestori dei canili privati pagati profumatamente con i soldi della collettività, e poi il guadagno più redditizio dei traffici, per vivisezione, ma non solo.

17 commenti:

angelocustode ha detto...

Non ho parole....povere anime,bastardi coloro che lucrano sulla sofferenza e l'impotenza di difendersi di esseri più deboli.
Ma arriverà il momento della verità, vero? Non posso credere che tutto ciò continui nell'indifferenza e con la complicità di troppi...Mi vengono i brividi ed ho davanti a me occhi che mi chiedono aiuto...ed il mio cuore si spezza nel dolore di impontenza ..
Maledetti!!!

Giulia ha detto...

E' ora di aprire gli occhi: non è possibile che tutti questi animali vengano felicemente adottati sempre lontano, sempre più a Nord...
Anche nel Nord Europa esistono i canili, i randagi, i maltrattamenti... perché dovrebbero tutti volere i nostri cani, quelli della Grecia, della Spagna, della Romania ecc. ecc.??
Questo è un orribile affare di soldi, fatto sulla pelle degli animali, come altri lo fanno sui bambini... complici quanti si fidano, magari dopo aver affidato loro la vita di un altro essere vivente, senza voler fare domande e senza voler sapere le risposte.

Anonimo ha detto...

Migliaia e migliaia di animali randagi (cani ed anche gatti) varcano ogni anno il confine italiano diretti verso i "paradisi del Nord Europa", e non si tratta solo di animali italiani, ma anche di animali provenienti da altri Paesi che transitano per il nostro, forse confortati dalla scarsità di controlli.
Nessuna persona in buona fede può credere che un tale numero di randagi possa trovare veramente una collocazione presso famiglie.
Per tutti coloro che sono ancora in buona fede diciamo: pensateci e scoprirete che la cosa è semplicemente impossibile anche perchè spesso si tratta di animali vecchi e malati.

Marcello ha detto...

Ma se fossero adozioni vere come mai tutti questi animali farebbero viaggi in situazioni allucinanti?
Se io adotto un cane da primo momento lo tratto con ogni cura, certo non permetterei che fosse caricato su un furgone....
Svegliatevi gente che crede alle favole!

Biocentrista ha detto...

Affermare che sono destinati alla vivisezione è sbagliato al massimo si può dire che probabilmente lo sono in quanto l'anello finale è ben coperto. D'altra parte gli usi possibili sono tanti: vivisezione, bersagli per provare nuove armi, pelle, alimenti per animali, ristoranti cinesi, adozioni, facoltà di veterinaria, altro. Chi può dirlo? Certo che sembra impossibile che vadano tutti per essere adottati anche perché, spesso, ci sono anche cani adulti o anziani .. ma chi se li adotta?
Anni fa (1992) si verificò che un canile che li accoglieva aveva solo 36 posti circa ... come potevano essere accolti gruppi di 20 cani alla volta provenienti da tutta l'Europa?

Anonimo ha detto...

Biocentrista ha colto nel segno nel suo complesso: bravo!

Anima Animale ha detto...

Quello che mi fa rabbrividire, è la leggerezza con cui certi "animalisti" portano enormi quantità di cani e gatti dal sud verso il nord,affermando che sono stati tutti adotati, ma da chi?
Il nord non è diverso dal sud, i canili sono stracolmi ovunque, il rispetto per gli animali manca ovunque, possibile che a nessuno di loro venga qualche dubbio?
Ho la sensazione che molte persone hanno la motivazione a definirsi animalista, per soddisfare il proprio ego,100 animali adottati? Ma come sono bravo! Peccato che della fine di questi animali non si sa mai nulla di certo, a parte qualche sporadica foto di un cane su un divano bianco....

anonimo ha detto...

Sì biocentrista ha colpito nel segno. Sarà sbagliato dire che vanno solo alla vivisezione, questo è certo. Non solo per questo vengono usati; lo dicono i tedeschi stessi che ci vanno e che la loro legge ha una porticina aperta...esiste anche un video (vietato in DE), in cui è spiegato come funziona.....
Poi ricordo che anni fà avevano trovato carne di cane anche in scatolette per cani, sempre in Germania. Ora i controlli chi li fà?
Che con la pelle ci si fanno scarpe,guanti, borse, divani et altro è noto...
Che si usano per cosmetici....idem
e tanto altro ancora

Biocentrista ha detto...

Nella perfetta tradizione dei lager.
Comunque intendevo che in mancanza di prove certe non si possono fare accuse precise ma solo ipotesi.

Anima Animale ha detto...

Ipotesi si, ma molto verosimili.....daltronde se fosse tutto legale perchè partirebbero sistematicamente carichi di cani e gatti sperando che non vengano fermati, come invece alle volte succede?
Perchè spesso non si trovano i documenti che accompagnano gli animali in regola?
Perchè questi animali viaggiano in maniera allucinante? Perchè ne partono così tanti di animali? Troppe cose non quadrano per essere solo ipotesi, troppe adozioni impossibili per essere solo ipotesi, no?
Che poi i fini illeciti siano molteplici e non solo vivisezione questo è verissimo....e credo ci sia un ampia scelta nelle finalità!

Biocentrista ha detto...

Vedi, Anima Animale, i motivi di perplessità che tu adduci sono stati già enunciati dal questore (mi sembra Carnevale) nel 1992 a Pescara quando si fermò il primo (o uno dei primi) carichi di 20 cani adulti diretti in Germania verso un paradiso nella Foresta Nera. Allora anche l'Interpool espresse forti perplessità. Però se non hai prove certe per dire che vanno alla vivisezione e lo dici .. tu sei passibile di denuncia per calunnia .. loro, a quanto pare, basta che danno prove vaghe per stare a posto. Per cui servono 007 animalisti gratis ed automuniti degli strumenti necessari. La polizia, con quello che ha da fare, ha poco tempo da dedicare a questa cosa salvo non sia abbinata ad altri traffici .. cosa che mi parrebbe anche possibile.

animalheart ha detto...

Oltre alla vergogna che provo nell'essere umana quando leggo notizie di questo tipo, che peraltro si sanno da troppo tempo, oramai, resto sconvolta nel leggere che la Germania non permette la vivisezione sui cani "tedeschi" ma su quelli stranieri la concede. Qual'è la differenza? Mi sembra che così come esistono tanti Tribunali, quello del malato, quello dei diritti civili ecc. ecc., ci dovrebbe essere anche un Tribunale del Diritto Animale, ma che fuzioni. Facciamo tutti assieme un esposto a Bruxelles, vediamo cosa ne esce: certo, questo - come molti altri - è uno scempio che deve terminare, e al più presto.

Anonimo ha detto...

Cari Amici, chi ha fermato un carico ed ha visto non può dimenticare!
Decine di cani meticci, anche vecchi, sedati, ammassati in un furgone in un silenzio mortale.......
Ripeto chi ha visto non dimentica e non ha dubbi!

Biocentrista ha detto...

Anima Animale ha detto: "Perché questi animali viaggiano in maniera allucinante? Perchè ne partono così tanti di animali?"
.............
Nel '92 una delle organizzatrici (tedesca) rispose ad un giornalista che gli chiedeva "perché" fra i 20 cani adulti stipati nel furgone ce n'erano 2 molto vecchi?" Lei rispose circa "l'associazione tedesca mi ha detto che il viaggio non è conveniente per meno di 20 cani". Inoltre dissero che non c'era problema per lo spazio ristretto in quanto i cani erano stati narcotizzati (sonnifero?) per cui andando direttamente in Germania si sarebbero svegliati li.
Furono multati di £ 800.000 per la mancanza dell'areazione del veicolo come previsto dalle leggi volute dagli animalisti ....!? Se non ricordo male pagarono subito la multa una di loro li aveva con se in contanti.

Biocentrista ha detto...

Continuo a chiedermi:
"Perché il trasporto non era conveniente per meno di 20 cani???" 2 cani in meno, sopratutto anziani ed uno con i denti i fuori per un difetto, sarebbero stati un lavoro in meno per dei volontari invece ne volevano almeno 20. ???

animalheart ha detto...

..ma perchè l'industria della vivisezione paga a "pacchetto", ed evidentemente l'unità di misura è 20 cani....come il kg. per la farina, il litro per la benzina.....ma voi non provate mai vergogna ad appartenere al genere umano?? Io tanta...

Rosalinda ha detto...

Lo dice il titolo dell'articolo greco: i randagi al servizio dell'industria globale...
L'industria della vivisezione ordina a Kg, età, e magari anche con interventi già fatti preceentemente (un occhio solo, una zampa ricresciuta male, vecchio e con certe malattie... con la leishmania..). Non ci scordiamo che anche i vari organo servono per le sperimentazione, il sangue...
Poi, la pelle per scarpe, cinture, borse, rivestimenti di auto, armadi e così via. La pelliccia lo sappiamo... Ilgrasso per l'industria alimentare e per medicinali...
Non si butta via niente...